Il Festival della Letteratura di Milano, al via la 3^ edizione dal 4 all’8 giugno 2014

Uno e altri amori di Carlo Coccioli, Chiesa Rossa, 5 giugnodi Paolo Rausa
‘Un avvenimento importante per noi, che in tutto questo tempo lo abbiamo visto nascere, crescere e perfino riprodursi. Perché questo Festival, il primo nato a Milano dopo anni di chiacchiere, progetti e indecisioni, – afferma Milton Fernàndez Direttore artistico – risponde a un’esigenza sociale e culturale della città’. Accanto alla miriade di eventi proposti – più di duecento a oggi -, quest’anno si propone il Salone della Piccola Editoria. Uno spazio aperto a un ambito della vita sociale emarginato dai grandi eventi cittadini, che chiede attenzione ai cittadini per la qualità delle sue proposte culturali, che continua a sfornare, caparbiamente, il meglio della letteratura mondiale. Il Salone ha aperto i battenti il 6 Giugno alle 17.30, in centro, all’Ex-Fornace, sul Naviglio Pavese, trasformata in Biblioteca, centro propulsore di dibattiti, incontri, performance, ecc. L’altro spazio contenitore di eventi è la Biblioteca Chiesa Rossa, dove il Festival terminerà l’8 giugno a partire dalle 22 circa con una festa musicale – un viaggio nell’Italia musicale del Sud dal Rinascimento al Settecento con villanelle, tarantelle, tarosconi e la tradizione napoletana con il gruppo dei C’amma fa’. Già che dobbiamo fare? Il Direttore artistico è fiero di continuare a proporre questo succedersi incessante di suggerimenti culturali, che contaminano i luoghi più disparati della città, Cubamilano in via A. Sforza, lo Spazio yoga Vinyasa di via Valparaiso, la Libreria popolare di via Tadino, lo Spazio Melampo in via Tenca, la Cantina Scoffone in via Custodi, la Torre dell’acquedotto a Cusano Milanino, il Dida Bar in via Cardinal Federico, il Bistrò del tempo ritrovato in via Foppa e tanti altri: ‘Come nelle passate edizioni continuiamo a lavorare senza alcun tipo di aiuto da parte delle istituzioni. Può sembrare paradossale, ma è così! Un risultato davvero esaltante e coinvolgente, che è possibile realizzare grazie al lavoro di tanti volontari, studenti, neo-laureati, professionisti, pensionati, attori, scrittori, musicisti, editori; gente che, contro vento e marea, ha fatto propria quell’idea dalla quale siamo partiti, circa quattro anni fa.’ Si affronteranno negli incontri temi vari con i libri proposti, i concerti, le letture, gli spettacoli teatrali: il razzismo, l’integrazione, la disabilità, la resistenza, le questioni della lingua, dei sapori e dei dissapori, l’arte, la cultura, gli amori e i disamori, anche la politica e i politicanti. Si parlerà di musica, di calcio, delle parole dette e di quelle non dette, di lunghe falcate e di gambe corte, di voli pindarici e di quelli veri, del “dolore eroico di costruirsi ogni giorno un nuovo paio d’ali”. La poesia e i linguaggi del corpo, i recinti della mente e dei manicomi criminali, gli sguardi dietro le sbarre, i messaggi scritti sul muro, i torti e i diritti, di coraggio delle donne, di Volti delle donne di un tempo, della difesa dell’allegria, di una tristezza “improvvisamente perfetta”, di mondiali di calcio e di campionati della fantasia… Insomma ci sarà da pensare e da divertirsi, da ridere e da piangere, insieme. Il programma completo su: http://www.festivaletteraturamilano.it/.

San Giuliano Milanese, 6/6/2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...