L’assemblea delle case comunali di via Repubblica, San Giuliano Milanese,

con il sindacato inquilini Sicet: non abbandonateci

Chiedono al liquidatore di Genia, all’amministratore e al sindaco tutele,

garanzie per il futuro, adeguamento dei canoni e interventi di manutenzione

di Paolo Rausa
Si è svolta giovedì 28 settembre nella sala riunioni di via Repubblica 15/A l’assemblea generale degli inquilini delle case comunali di via Repubblica con la partecipazione del sindacato Sicet. La grande partecipazione è dovuta ad una serie di problemi irrisolti da anni: quelli più seri riguardano l’incertezza sul futuro, ma anche la mancanza di un interlocutore istituzionale credibile in grado di affrontare e risolvere lo stato di abbandono in cui versano gli edifici e la inadeguatezza della gestione. Tanto che l’intervento del sindacalista De Luca ha mosso rilievi contestando i consuntivi degli anni 1998/2021, gravi problemi manutentivi e amministrativi del patrimonio ex Genia con una richiesta di un incontro al fine di venirne a capo. Denunciando che agli inquilini vengono imputate tutte le spese di gestione, attribuendo loro gli importi dovuti per lavori a carico della proprietà. Perciò si è chiesto un riesame e una rielaborazione, dopo aver spulciato voce per voce con le indicazioni di quali spese siano effettivamente a carico degli inquilini. Nel frattempo si è comunicato di sospendere i versamenti. Il sindacato e gli interventi chiarificatori degli inquilini lamentano anche la non gestione ormai da anni riguardo ai problemi di specie: ricorsi di fascia, cambi di intestazione, anagrafe dei redditi, cambi alloggi, ecc, Esemplari i casi di coloro che sono costretti a versare gli stessi importi per i canoni d’affitto, nonostante le loro condizioni famigliari siano variate, per la perdita del congiunto, per una separazione, per il matrimonio dei figli e quindi con il loro trasferimento, non facendo più parte del nucleo originario. Per questo si procederà giuridicamente con cause pilota godendo del patrocinio gratuito su almeno tre temi: adeguamento dell’affitto per chi ingiustamente rispetto al reddito paga più del dovuto, la ristrutturazione per eventuali perdite delle grondaie intasate o per mancata manutenzione stabili, obbligo di intervento per rimozione dell’amianto. A nome del comitato il presidente Valter Serafin ha rivolto un caloroso e soddisfatto pensiero a tutti i partecipanti: “Ringrazio gli inquilini che con la loro adesione stanno rendendo possibile dopo tanti anni di pressoché totale assenza a dare voce a chi non ha voce, contribuendo a creare una possibilità di affrontare positivamente questi enormi problemi che ledono i diritti sanciti dalla legge repubblicana. Siamo solo all’inizio. Tutto ciò richiederà assiduità e l’impegno di tutti perché possa diventare una realtà non solo scritta sulle “tavole della legge” ma avere pratica attuazione”. A tale scopo non si escludono iniziative di mobilitazione qualora per inerzia e burocrazie varie ciò non dovesse essere attuato. A breve verrà organizzata l’apertura una volta la settimana, il mercoledì dalle 21 alle 22, a cura del Comitato di uno sportello di informazioni. Si prenderà nota dei vari problemi e gli inquilini che hanno bisogno di interventi di manutenzione o di adeguamento dell’affitto verranno indirizzati ordinatamente al sindacato inquilini Sicet di via Turati a San Giuliano.
San Giuliano Milanese, 29/09/2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...