Ritorna con “Jaw Jab” il teatro marocchino a Melegnano

Sabato 21 maggio ore 16,00 -Teatro la Corte dei Miracoli

di Paolo Rausa

Il MIS (Spazio Marocchino di Solidarietà) di Melegnano presenta lo spettacolo teatrale “Jaw Jab” al Teatro la Corte dei Miracoli con la partecipazione di una compagnia proveniente, come la precedente, direttamente dal Marocco, con il patrocinio del Ministero degli Esteri, la sezione che segue i cittadini marocchini all’estero. La compagnia si esibirà sabato prossimo alle ore 16:00. Si tratta da parte del Mis di una serie di tentativi nobili per mantenere viva e propositiva la comunità marocchina milanese e anche oltre intorno all’aspetto culturale e solidale. Su testo di Mohamed El-Jem, che è anche attore protagonista, e regia di Abdelatif Dechraoui, l’opera rappresenta scene della vita quotidiana di una comunità alla ricerca di risposte che per lo più non arrivano o sono deviate dalla corruzione o dalla insufficiente risposta sociale e politica. I personaggi si aggirano per le strade di un ambiente urbano che cerca, come la nostra commedia degli equivoci, di trovare il bandolo della matassa a livello economico e sentimentale, ma con lo scherzo e le battute afferma la necessità di considerare i problemi popolari e richiama l’attenzione per affrontarli e risolverli. Ovviamente ci sarà da ridere a crepapelle, perché la commedia si basa sui colpi di scena, sull’ignoranza a volte e sulla dabbenaggine dei personaggi tratti dal mondo popolare marocchino e in fondo di ogni società moderna che deve fare i conti con i bisogni e i pregiudizi.  Lo spettacolo affronta le problematiche della vita di strada, le questioni sociali, quelle sentimentali della zitella, della disoccupazione, della corruzione dei ceti abbienti e dell’immigrazione clandestina. Il protagonista Qassem Mazouzi (Mohamed El-Jem) vive la sua vita miserabile, vagando per le strade di Tangeri, dove viene coinvolto in un incidente stradale, un cittadino sfortunato dunque ma che attira la simpatia e l’affetto del pubblico fin dal primo momento. Le peripezie che si accavallano determinano grazie alle coincidenze un destino amaro e indeterminato. Il testo scritto da Mohamed El-Jem affonda il racconto utilizzando espressioni tipiche ed ereditate dalla cultura orale marocchina, facendo ricorso alle poesie popolari, i canti folcloristici e degli anni sessanta del secolo scorso, nonché ai detti di saggezza dei nonni.  I suoi dialoghi sono intessuti di storie divertenti e paradossi, che trovano il culmine nella festa principale in cui è presente Qassem Al Mazouzi, di bassa estrazione sociale, che punta il dito di accusa sui corrotti che sono responsabili degli affari sociali e politici della sua città. L’emblema del fallimento è la vicenda del figlio che nonostante gli sforzi per conseguire la laurea si ritrova ancora disoccupato, mentre il padre assiste deluso alla partenza del figlio verso altre terre, da emigrato, alla ricerca della felicità sognata. Con il patrocinio della Città di Melegnano, ingresso € 10,00. Per info: 389 5810669, 347 5735160.

Melegnano, 19/05/2022

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...