Italia Viva Sud-Est Milano sostiene le ragioni dei 70 sindaci espresse nella lettera inviata al Presidente Fontana e all’Assessore Gallera di Regione Lombardia in cui denunciano i ritardi, la disorganizzazione e la confusione nella Campagna vaccinale contro l’influenza. Così non va!

Italia Viva Sud-Est Milano esprime grande preoccupazione per come Regione Lombardia (non) sta gestendo la Campagna Vaccinale contro l’influenza. Perciò sostiene e ringrazia i 70 sindaci del milanese che hanno inviato una lettera al Presidente Fontana e all’Assessore Gallera, per esprimere sconcerto riguardo ai ritardi  accumulati e alla disorganizzazione nella somministrazione del vaccino antinfluenzale. Nella lettera, che noi condividiamo, si evidenziano una serie di disservizi, disorganizzazione e confusione: call center e telefoni che squillano a vuoto per ore, prenotazioni che risultano impossibili, ritardi nella disponibilità di vaccini, difficoltà nella scelta e revoca di medici o pediatri, appuntamenti dati in sedi distaccate lontane anche decine di chilometri da casa. Una situazione pesante nel bel mezzo di una pandemia come quella che stiamo vivendo, con la Lombardia dichiarata zona rossa e il divieto di muoversi. Questa disorganizzazione la pagano le famiglie e ancor più le persone più fragili e malate! I Sindaci, preoccupati per l’andamento della situazione, hanno scritto ai responsabili regionali della Sanità Pubblica per dare voce ai cittadini che si sentono abbandonati e sono preoccupati e arrabbiati, ma anche per offrire la massima collaborazione e disponibilità per tutelare la salute delle comunità amministrate. Sulle disfunzioni sanitarie non sono in gioco il colore o l’ideologia politica ma la vita e il benessere dei propri cittadini amministrati. Cioè non si scherza con la salute delle persone! Perciò non comprendiamo come mai certi sindaci non abbiano aderito alla forte presa di posizione contenuta nella lettera. Perché gli altri non lo hanno fatto?  La domanda sorge spontanea. Essendo per lo più di centro destra, chiediamo loro: è più importante il colore politico rispetto alla salute dei cittadini? Concordiamo sulle richieste avanzate dai sindaci che consistono nell’apportare “adeguati correttivi che permettano l’accesso al presidio sanitario da parte di migliaia di cittadini, soprattutto anziani e fragili, della nostra Città Metropolitana”. Denunciamo il fatto che la campagna vaccinale in Regione Lombardia non è partita nel tempo previsto, ad inizio ottobre, e che siamo incredibilmente in ritardo, con il rischio che gran parte dei pazienti non riesca a vaccinarsi. A causa di carenze organizzative e per la mancanza di medici prepensionati, si verifica la difficoltà di prenotare le vaccinazioni oppure si devono raggiungere luoghi lontani dalla residenza, anche fuori dalla Città Metropolitana. Come hanno sottolineato i Sindaci  occorre estendere la campagna vaccinale utilizzando le sedi comunali già individuate e allargare questa disponibilità sul territorio. E inoltre si devono superare le incredibili difficoltà che tanti cittadini stanno incontrando durante la prenotazione, sia telefonica che attraverso la piattaforma dedicata. Infine si sostiene la richiesta di dare comunicazione sull’approvvigionamento dei vaccini, finora in grande ritardo,  confermando la messa a disposizione di 1 milione di dosi a fronte di 600-650.000 pazienti potenzialmente interessati, informando per tempo sulle modalità e sulla tempistica delle forniture alle singole sedi sanitarie messe a disposizione dai Comuni in modo da favorire il loro coinvolgimento nell’opera di informazione ed erogazione del servizio ai cittadini. San Giuliano Milanese, 13/11/2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...