E’ uscito il libro “NOI, PARTIGIANI. Memoriale della Resistenza Italiana”, a cura di Gad Lerner e Laura Gnocchi con la prefazione di Carla Nespolo

di Paolo Rausa
Il volume, edito da Feltrinelli, è disponibile in ebook dal 17 aprile e nelle librerie dal 23 aprile. Si può ordinare online sul sito: https://www.ibs.it/noi-partigiani-memoriale-della-resistenza-libro-vari/e/9788807492754. Raccoglie alcune fra le più significative video-interviste fatte dai curatori agli ultimi partigiani viventi che saranno poi custodite nell’Archivio multimediale realizzato da ANPI col contributo del sindacato SPI-CGIL. Il testo è arricchito dalla prefazione di Carla Nespolo, Presidente nazionale ANPI. Si tratta di “una ricerca storica e d’impegno morale degli amici giornalisti Laura Gnocchi e Gad Lerner, – scrive Carla Nespolo – che hanno saputo incontrare, ascoltare e intervistare su e giù per l’Italia, queste e questi splendidi partigiani, che hanno parlato di sé, ma anche dell’Italia e del mondo, con spontaneità e verità”. Si tratta di persone ormai di una certa età che hanno vissuto e subito, ma non senza reagire, i soprusi e le angherie del fascismo e del nazismo. All’indomani dell’ 8 settembre 1943, data dell’armistizio e della disfatta italiana, quando tutto sembrava ormai perduto ma non era ancora stata domata del tutto la furia devastatrice nazifascista, organizzati nelle Brigate partigiane, hanno continuano le battaglie non solo con le armi ma sostenute dall’idea di pace e di progresso, civile e sociale. Un mondo nuovo. Che come tutti i sogni si infrange davanti alle difficoltà reali. Ecco, sono proprio quelle aspettative, le tensioni, i pericoli, i rischi della guerra partigiana ad innervare i ricordi di questi giovani di belle speranze e le difficoltà, le speranze, l’amore necessario per costruire nuovi rapporti, nuove aspettative, nuove opportunità per la loro generazione e per quelle a venire. Generosità, sogni e puntuali delusioni, quindi. Ma quei valori non muoiono mai, perché sostenuti dall’ideale della giustizia e dell’eguaglianza, perciò i loro sforzi non sono stati vani e si riverberano negli ideali dei giovani dell’oggi e del domani: “Ora e sempre Resistenza!”. I ricordi si soffermano sui tanti compagni che hanno sacrificato la vita per riscostruire le basi di un paese democratico, fondato sulla Costituzione che sancisce i diritti e i doveri del popolo, affidando il ruolo alla Repubblica di custode e di promozione dei diritti civili che garantiscono il benessere e  abbattano le barriere delle diseguaglianze. Nondimeno importante fu anche allora il ruolo delle donne come staffette, infermiere, vivandiere e per ogni cosa servisse ad alleviare le azioni di resistenza armata al nazifascismo. “Anche quando noi, che ormai siamo la generazione dei vecchi partigiani, scompariremo, – conclude Carla Nespolo – sarà sempre importante ricordare la Resistenza, cardine della nostra democrazia, e lottare perché la nostra Costituzione rimanga viva nelle leggi e nei cuori”.

San Giuliano Milanese, 17/04/2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...