Altamura (Ba), il 22 gennaio ore 9,30 resistenza pacifica contro lo sgombero dell’abitazione di Felice Basile

BASTA AGGRESSIONI AL PATRIMONIO DA PARTE DELLE BANCHE! NO AI PIGNORAMENTI E ALLE ASTE GIUDIZIARIE! Sì A PERCORSI VIRTUOSI PER IL RIENTRO DAL DEBITO! NESSUNO SGOMBERO FORZOSO DEVE PASSARE! MERCOLEDì 22 GENNAIO ORE 9,30 MANIFESTAZIONE PACIFICA DI RESISTENZA PASSIVA CONTRO L’ACCESSO FORZOSO NELL’ABITAZIONE DI FELICE BASILE, PIAZZA DON MINZONI, 22 ALLE ORE 9,30 – ALTAMURA (BA)!

IL CASO FELICE BASILE DI ALTAMURA (BA), l’INTERVISTA A RADIO ALTAMURA 1 l’11 GENNAIO 2020. Fra pochi giorni, il 22 gennaio alle ore 9,30 scadrà il tempo concesso dalla delegata alla vendita, che ha richiesto la forza pubblica, per l’accesso forzoso alla sua abitazione, in piazza Don Minzoni 22 ad Altamura (Ba). Felice Basile non ha altre abitazioni, sarà sbattuto in strada, incredibilmente. Ha scritto a tutti, al Presidente della Repubblica, al Governatore della Banca d’Italia, alla Procura della Repubblica, ha denunciato il comportamento vessatorio delle banche avallato dal Tribunale, Sezione Esecuzioni. Ha scritto a giornali, è andato alle televisioni, alle radio. Non crede che sia possibile privare un cittadino dei suoi beni a fronte di un’esposizione bancaria dal valore notevolmente inferiore al valore del suo patrimonio. Che accadrà il 22 gennaio alle ore 9,30 quando si presenterà la delegata alla vendita con la forza pubblica? “Una violazione di domicilio! – reagisce Felice Basile – Perché le denunce che giacciono in Procura mettono in evidenza l’illegittimità dei provvedimenti di pignoramento”. Una condizione che si scopre comune a molti altri cittadini, come la famiglia Margari di Casarano (Le), che è stata privata della abitazione e ora si tenta di depredarla del cinema teatro, l’unico della cittadina e del circondario, o di Salvatore Russo di Corsano (Le), privato della abitazione, ma che studiando le carte ha intravisto e denunciato la truffa con il risultato di vedersi restituita la casa e il rimborso per i danni subiti. “Sta nascendo una Associazione che ha lo scopo di tutelare dal punto di vista economico e giuridico i proprietari da questi attacchi al patrimonio – aggiunge Francesco Margari – e di convincere i politici a modificare le norme di legge, in modo da impedire queste vere e proprie rapine legalizzate e costringere le banche a seguire delle procedure che accompagnino chi si trovi in difficoltà a iniziare un percorso autonomo virtuoso di restituzione delle somme dovute”. Ancora una volta Felice Basile racconta a Radio Altamura 1 la sua Odissea, di Ulisse moderno che subisce i soprusi di due banche locali. Felice è un tecnico elettronico, ha a cuore il futuro della terra, è preoccupato per i problemi di surriscaldamento e coltiva il progetto Vettore Idrogeno, per produrre energia pulita per trazione e per il riscaldamento. E intende continuare a farlo. Intanto il Presidente della Repubblica ha comunicato di aver trasmesso il suo fascicolo ad una apposita Commissione che valuti la correttezza delle procedure che hanno spinto le banche a compiere dei misfatti nei suoi confronti, chiudendo il conto corrente e pignorando i suoi beni. Felice Basile crede nella Giustizia e nella Legalità e non si fermerà fino all’ultimo, insieme ai cittadini onesti che non si arrendono di fronte a questa palese ingiustizia e strapotere bancario.

Milano, 13/01/2020

Paolo Rausa

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...