“Lo sguardo dell’amore”, romanzo di Riccardo Orlandi, il 7 dicembre allo SpazioCultura di San Giuliano Milanese

di Paolo Rausa
E siamo al quinto libro! Avanti così… e si seccherebbero anche i calamai dell’inchiostro, nero di seppia. La vena artistica e letteraria di Riccardo Orlando, nato e vissuto a Milano, dirigente, ‘esteta’ come si autodefinisce, sportivo praticante, cintura nera di karatedo, si è già espressa ampiamente in opere e azioni soprattutto, con una destinazione dei proventi della vendita all’AIRC per la ricerca sul cancro che colpisce i bambini. Anche per  questo romanzo sono stati previsti i versamenti della vendita alla benemerita associazione e anche in parte alla Consulta delle Associazioni Culturali e Sociali di San Giuliano Milanese. Una operazione nobile devolvere il ricavato a questi enti che fanno della loro azione una missione di fratellanza e sorellanza, di pace e d’amore. Che cosa sia questo sentimento umano che smuove il nostro animo alla ricerca del benessere e della felicità è il percorso che intraprende il protagonista di questo romanzo “Lo sguardo d’amore”, carambolato per strada all’improvviso e investito da una macchina, per fortuna non così gravemente da perdere da vita. Ma qualcosa non torna dopo l’incidente, quando viene portato in ospedale e rinviene cominciando un percorso di riconoscimento di sé, avendo perso del tutto la memoria. Non sa neppure come chiamarsi e non ha documenti. Come il fu Mattia Pascal, di invenzione pirandelliana. Come scoprire la sua vera identità? Gli indizi mancano, non lo aiutano. Solo una voce dell’inconscio rivela  una parola per volta una possibile via per giungere alla verità. Intanto in ospedale Nadia, un’infermiera sola, che ha appena perduto la madre, se ne prende cura. Ne chiede l’affido e lo ottiene. Gli affibbia il nome di Riccardo. Sarà lei ad accompagnarlo lungo il labirinto della sua mente, novella Arianna. Attraverso i luoghi pubblici di Milano, i giardinetti, le zone più degradate per accogliere un appiglio che lo faccia ‘rinsavire’. Scopre di essere attratto dai gesti e dagli sguardi d’affetto e d’amore. Si sente attratto e capisce che quella è una pista da seguire. Con Nadia che intanto si innamora di questo giovane, bello e perduto. Le sue attenzioni si frenano. Riccardo non sa  e non vuole prendersi impegni sentimentali, prima di scoprire chi è. Ma nessuno lo cerca. Ha delle intuizioni premonitorie che salvano Nadia da un incidente e inteneriscono un ragazzo malato gravemente, Giancarlo, che gli si rivolge per essere salvato. Riccardo non si da pace, intuisce la sua natura speciale ma non osa rivelarlo. Come noi, Riccardo deve scegliere tra l’amore di Nadia e un destino luminoso ma impalpabile. Come Achille sceglie la vita gloriosa dell’amore terreno, rendendo la vita a Giancarlo. Il resto è mistero e fede, come la nostra vita. ‘Lo sguardo dell’amore’, Martini Maria Cristina Editore, Roma, 2019, pp. 223, € 16,00. Il romanzo verrà presentato il 7 dicembre ore 16,30 allo SpazioCultura presso la Biblioteca Comunale di San Giuliano Milanese, in piazza della Vittoria. Info: 334 3774168, 02 84049543.

Milano, 02/11/2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...