Paesaggi e smarrimenti a Tiggiano 17giu2017 – Metti una sera al Mubo’s a Supersano 30 giu 2017

“Deviando a sinistra della via provinciale Maglie – Collepasso, volgeremo intanto il nostro cammino verso Supersano. Qui per tutto si incontrano ulivi e vigneti bassi, che restano in guazzo una buona parte dell’anno, specialmente nell’autunno e dopo le piogge dirotte. A man dritta sfila per lungo la Serra di Supersano, quasi parallela alla strada. […] La vegetazione nella pianura sottostante è rigogliosa; e verso l’orizzonte a sinistra si profilano degli ombrelli dei pini d’Italia, che sollevan la loro chioma pittoresca sulla bruna massa delle querce di Belvedere.”
Cosimo De Giorgi in “La provincia di Lecce. Bozzetti”.
VENERDÌ 30 GIUGNO “Metti una sera al Mubo’s”
Ma eccoci a Supersano. Verso la fine dell’Ottocento, così come riferisce lo studioso Cosimo De Giorgi, prima di entrare nel paese, c’era un albero di quercia, alto e maestoso, che ne formava quasi lo stemma vivente effigiato in quello di Supersano. Oggi, la quercia non c’è più, ne rimane il ricordo tra i supersanesi che per secoli hanno convissuto con questi alberi, un tempo lussureggianti nel Bosco Belvedere. Agli occhi del De Giorgi, Supersano appariva circondato da un terreno fertilissimo caratterizzato da uliveti e vigneti e da campi di cereali e legumi, con diciotto masserie animate da laboriosi contadini. Nel paese spiccava l’antico castello feudale che tutt’oggi si adagia robusto lungo la strada che conduce a Ruffano. Il suo ingresso monumentale si affaccia sulla piazza, dove si aggira la vita quotidiana degli abitanti e dove i visitatori di passaggio si fermano al bar Mubo’s a sorseggiare un caffè in ghiaccio o una birra fresca.
Nel castello, oggi sede del Municipio, alcune sale ospitano il MuBo, museo del Bosco Belvedere, dove attraverso un percorso guidato viene illustrata la connessione tra l’ecosistema della serra e le attività dell’uomo e ricostruita la storia dell’antico Bosco Belvedere, di origine preistorica.
Supersano è uno dei Comuni che fa parte del Parco Paduli, in cui si sperimenta la multifunzionalità agricola attraverso una serie di attività e un processo di coinvolgimento e collaborazione tra associazioni ed aziende che operano sul territorio.
Venerdì 30 giugno, La Scatola di Latta approda a Supersano e collabora in una iniziativa organizzata dal Mubo’s cafe di Franco Greco con Societa’ Dante Alighieri comitato salentino.
“Metti una sera al Mubo’s” è una serata in cui prendon voce le storie di resistenza e resilienza in un territorio, il Salento, contrassegnato per anni da una spiccata emigrazione, ma che oggi trova riscatto in una cittadinanza attiva e in un vivace spirito culturale. Storie di abitanti, associazioni e piccole aziende, simili a forti querce ben radicate in questa terra, che ramificano verso l’alto in una continua rinascita.
PROGRAMMA
Ore 19.00. Incontro al Mubo’s cafe in piazza IV Novembre a Supersano e visita al MUBO museo del bosco (Supersano – LE), con Simona De Mitri, guida turistica abilitata, guida del Parco Paduli.
Ore 21.00. Alcune aziende raccontano la loro esperienza con riflessioni diTop Consulting srl agevolazioni finanziamenti consulenza strategica Cursi, mentre espongono i loro prodotti in un micro mercatino riempiendo la piazza di Supersano.
Aziende ed associazioni presenti: Abbigliamento Etico Silente, Pralina Srl – PRoduzione ALImenti NAturali, Mirodìa cosmesi naturale artigianale, Gioielli e creazioni di Roberta Risolo, Borse Emozioni in Libertà la gru , Pastificio Santamaria, Ceramiche Linea A Lab di Giovanni Santo e Chiara Spiri, Restauro Mobili @taula rasa home, Calò&Monte Legumi di Zollino, Abitare i Paduli (Esperienze nel Parco Paduli).
Installazione fotografica “Res.Ort la scuola di cucina rurale del Parco Paduli” a cura dell’associazione Abitare i Paduli.
Ore 22. La ruvida e calda voce della passionaria Ninfa Giannuzzi, accompagnata dai musicisti Valerio Daniele e Giorgio Distante, risuona in un concerto che prende il nome di ÀSPRO.
ÀSPRO è un progetto della cantante Ninfa Giannuzzi e del musicista Valerio Daniele, è la riappropriazione della lingua grìka e della tradizione orale della Grecìa. L’album discografico è prodotto da Kurumuny Edizioni e promosso con il sostegno di Puglia Sounds.
Il Mubo’s cafe metterà a disposizione aperitivo a 10 euro, da prenotare al numero 3313954317 entro il 29 giugno.
Chi partecipa all’evento solleva da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta gli organizzatori e gli ospitanti dell’evento.
Info 3395920051 o scatoladilatta2014@gmail.com o via facebook.
[foto di Simona Amélie De Mitri]
Link: https://www.facebook.com/events/240900116412642/
APS La Scatola di Latta
“Errare è umano”
Custodiamo storie e sensazioni dei paesaggi, paesini e paesani del Salento.
Promuoviamo Sviluppo glocale e CulTurismo Sociale ed Ambientale
https://associazionelascatoladilatta.wordpress.com (iscriviti alla newsletter)
https://www.facebook.com/apslascatoladilatta (clicca mi piace)
scatoladilatta2014@gmail.com  –  cell. 3395920051

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...