‘Tempo Pittore. Emozioni, spazio e infinito’, poesie di Giuseppe Selvaggi, alla Sala Affreschi della Società Umanitaria di Milano, il 22 maggio ore 18,00

di Paolo Rausa
Che cos’è questo tempo pittore, che produce una patina bruna sulle tele e sulla trama delle nostre vite? Che contribuisce a conservare la pittura originale apportandovi un suo contributo imparziale, diseguale, più o meno intenso a seconda di quanto si allontanino da noi le opere e i giorni, come scriveva Esiodo? Dentro quegli avvenimenti pesca il poeta Giuseppe Selvaggi con questa nuova prova letteraria, preceduta dai racconti brevi pubblicati con il titolo ‘Milano e il mare dentro’, Ed Insieme 2016, poesie intervallate da commenti in prosa come per respirare dall’apnea dell’immersione nel mare profondo. Riprendono qui temi, sensazioni e stati d’animo del suo girovagare tra un sud fatto di pietre e di muri a secco che raccontano storie, di affetti mai cancellati su cui solo il tempo pietoso stende una patina benevola,  e un nord fatto di metropolitane snodate che come serpenti di ferro penetrano nelle viscere della città e delle nostre anime.  Raramente accade che di fronte ai componimenti poetici càpiti di provare così tante emozioni come nelle visioni di Giuseppe Selvaggi, pure nella semplicità delle immagini evocate. Anzi proprio per questo. Il poeta destreggia le parole, le mette in fila, gioca, si allea, le concupisce, le seduce, ne è sedotto, le perde. Il filo della memoria corre avanti e indietro, indietro e avanti. Si sofferma ad ascoltare il rumore della risacca, quel groviglio di suoni che provoca il mare sui sassolini, non le tempeste ma i travagli della vita. Siamo noi ad essere continuamente rivoltati, esposti alle intemperie ma anche al dolce suono delle sirene, che si acquieta quando il pallore di un viso noto si affaccia alla nostra vista e ci pone in ascolto del non detto. Le parole si soffermano, non bastano più. Hanno bisogno di sale. Di una lacrima che scende, nel ricordo. Il poeta sa esprimere lo stato d’animo di riflessione e invita a ripercorrere con lui i sentieri dei nidi di gabbiani, le volute verso il cielo per perdersi fra le nuvole in viaggio, anima in pena che contempla la visione di una distesa argentea di ulivi, il verde della campagna multiforme, il blu intenso del mare e la sua spuma che genera bellezza. Una sensazione di vitalità primigenia, che si contrappone al grigio della metropoli. Che cosa resta di quel corpo che distende con le mani sui fianchi il vestito come per adattarlo alle sue insinuazioni? Di quei capelli candidi come la neve, di quello sguardo muto eppure preoccupato, di quell’attesa al di qua dei vetri di una finestra, giano bifronte, il mondo esterno e noi impassibili se non al rintocco della campana, volgendo di tanto in tanto lo sguardo alle lancette che segnano il tempo? Un tempo amico, non l’invida aetas oraziana, il tempus fugit, non il panta rei  eracliteo, ma la consapevolezza che l’olio della lanterna ha un tempo limitato per ciascuno di noi e che dentro quello spazio occorre trovare il modo di emozionarsi, alla vista di un monumento, di una pietra scalfita dal vento, dell’effigie di un volto amico, di una mano che ci accoglie affettuosa, di un abbraccio fraterno e gentile, l’attesa, i silenzi. Il saggio chiede ma sa già la risposta come l’indovino Tiresia, cieco perché non ha bisogno di vedere. Il saggio-poeta non possiede nulla se non le sue parole che lascia in eredità ai propri cari, agli amici, rammentando che il cielo è di tutti e che per scalarlo c’è bisogno della poesia, invocazione e preghiera, intimo affidamento all’infinito oltre di noi. Giuseppe Selvaggi, ‘Tempo Pittore. Emozioni, spazio, infinito’, Ed Insieme Editore, Terlizzi (Ba) 2017, pp. 128, € 10,00.

San Giuliano Milanese, 28/04/2017

Annunci

Un pensiero su “‘Tempo Pittore. Emozioni, spazio e infinito’, poesie di Giuseppe Selvaggi, alla Sala Affreschi della Società Umanitaria di Milano, il 22 maggio ore 18,00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...