Ora d’aria, Mostra fotografica e Video a cura di Fabrizio Jelmini e Mattia Vaccari, 27 febbraio – 20 marzo 2016, Inaugurazione: sabato 27 febbraio ore 18.00

Generated on February 21, 2016, 11:10 am

Generated on February 21, 2016, 11:10 am

Dal 27 febbraio al 20 marzo 2016 l’Associazione Culturale Spazio Arte Carlo Farioli ospiterà la mostra fotografica “Ora d’aria” con la quale è lieta di prendere parte all’edizione 2016 del Festival Filosofarti, dedicata al tema “OLTRE LE MURA: equità e giustizia”.
La mostra “Ora d’Aria”, che gode del Patrocinio del Comune di Busto Arsizio, nasce grazie alla collaborazione con l’Associazione “Salto oltre il Muro” presente dal 2007 presso la II Casa di Reclusione Bollate (Milano) con il progetto “Cavalli in carcere”. Ideato dal fondatore Claudio Villa, il programma ha lo scopo, attraverso corsi di artiere, di ottenere una formazione che offra ai detenuti una possibilità lavorativa terminata la pena.
La mostra, realizzata dal fotografo Fabrizio Jelmini (fotografo professionista, operatore televisivo, documentarista e docente all’accademia di belle arti ACME di Milano), presenta un reportage unico ed esclusivo realizzato all’interno delle scuderie del penitenziario. L’importanza di questa esposizione non si esaurisce, infatti, nel pregevole valore artistico delle immagini, ma trova forza nel voler dare luce ad un progetto condiviso, che ha visto la partecipazione attiva dei detenuti. Oltre ad accettare di farsi ritrarre, “mettendoci la propria faccia”, i carcerati hanno anche voluto esprimere le proprie riflessioni sul concetto e il significato di libertà, dalla quale sono separati, appunto, da un Muro. Tanto che gli stessi protagonisti si sono fatti anche riprendere e intervistare nel video realizzato da Mattia Vaccari, che verrà proiettato nel corso della mostra. I personaggi ritratti, quindi, sono tutti reali, ognuno con la propria storia, le proprie aspettative e i propri sogni, testimoni di un vissuto dove rimpianti e speranze si fondono tra passato, presente e futuro.
Altrettanto importante è la specificità del progetto “Cavalli in carcere”, unica realtà del genere esistente in Europa, che si basa sulla comunicazione reciproca tra uomo e cavallo, offrendo ad entrambi una seconda opportunità di vita e di riscatto: i cavalli all’interno del carcere ritrovano la propria libertà (provenendo infatti da sequestri alla criminalità organizzata oppure sottratti da abusi o dal macello perché arrivati a fine carriera), i detenuti, nella relazione con l’animale, imparano ad abbassare l’aggressività e a trovare una via di comunicazione non verbale mirata al rispetto reciproco.
Di queste tematiche si discuterà nella serata di giovedì 3 marzo alle ore 21 nel corso di un incontro, dal titolo “noi (NON) lo sappiamo”, organizzato presso la sala Monaco della Biblioteca Comunale di Busto Arsizio. Relatore il giornalista professionista Andrea Della Bella. Interverranno Massimo Parisi, direttore del carcere di Bollate, il sindaco di Busto Arsizio, Gigi Farioli, gli autori della mostra, Fabrizio Jelmini e Andrea Vaccari, Claudio Villa, Presidente dell’associazione “Salto oltre il muro” , accompagnato dal corsista Savu Mariu che porterà la propria testimonianza.
Ora d’Aria, Mostra Fotografica e Video, Spazio Arte Carlo Farioli, Via S. Pellico 15, Busto Arsizio (VA). Orari: dal giovedì al sabato 16.30-19.00; domenica 10.30-12.00/16.30-19.00.
T. 3384957878 info@farioliarte.ithttp://www.farioliarte.it; noi (NON) lo sappiamo, Serata di riflessione sul tema della mostra, Giovedì 3 marzo, ore 21.00 – Sala Monaco – Biblioteca comunale Via Marliani 7, Busto Arsizio (ingresso pedonale da Via Borroni).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...