‘Vita da social. Comunicazione e relazioni al tempo di internet’ saggio di Agostino Picicco, a Milano il 27 febbraio, Società Umanitaria

vita da socialdi Paolo Rausa
‘Todo cambia’ avrebbe cantato Mercedes Sosa nell’accompagnamento musicale durante l’immaginaria presentazione di questo nuovo saggio di Agostino Picicco, giovinazzese di Milano o milanese di Giovinazzo (Ba). Contano le origini, contano le esperienze e le nuove residenze. E ormai l’autore, come noi, che appartiene alla ‘generazione di mezzo’, deve fare i conti con una cultura, quella passata, quella della fanciullezza, basata su codici visivi e ancestrali, e deve necessariamente proiettarsi verso il futuro, cercando di comprendere bene il presente, di adoperare con parsimonia e con responsabilità i nuovi mezzi tecnologici messi a disposizione dall’impeto dello sviluppo. Avrebbe avuto buon gioco a caricare il concetto il poeta delle Metamorfosi, Ovidio, rimarcando che ‘Nessuno conserva la propria immagine!’. Agostino Picicco, dopo anni di permanenza a Milano   vissuti professionalmente nell’ambiente universitario della Cattolica e nel tempo libero come responsabile cultura dell’Associazione Pugliese, sa di avere un uditorio attento e indirizza le sue analisi, le preoccupazioni, le sue sollecitazioni ad un pubblico vasto che comprende amici, docenti e soprattutto giovani. E’ conscio dei salti notevoli e della rivoluzione compiuta in questi ultimi 20 anni dai sociali network, meglio conosciuti come mezzi di comunicazione di massa, paragonati alle grandi scoperte dell’umanità, la ruota e il fuoco. Riconosce la loro potenzialità nella rapidità dell’azione e nelle opportunità che aprono in tutti i campi, dal telelavoro agli e-book, dalle aspettative che si creano nel campo affettivo ed amoroso e anche alle disillusioni e alle crisi che si generano. Insomma è un mondo complesso che si muove attorno a questi minuscoli oggetti, il pc o il tablet o lo smartphone, ormai entrati nell’uso e nell’abuso quotidiano, che ci consentono in una frazione infinitesimale di entrare in contatto con mondi lontani da noi per abitudini e culture. Il cuore quasi si spaura per il vuoto che si apre sotto i piedi. Da una parte la potenzialità e l’opportunità, dall’altra il vuoto, la virtualità, la mancanza di quel suono delle campane che segnavano il tempo della chiesa e quello del mercante. L’autore fa suo il monito del papa: ‘diventare giovani sapienti e imparare ad amare’. Perché se è vero che internet offre tutto e nessuna sorpresa, è proprio dalle sorprese e dai cambi di vita che dobbiamo aspettarci l’indicazione del cammino, accanto a persone che tocchiamo con mano, che abbracciamo e di cui ci prendiamo cura. Tutte le comunicazioni internet, utili, alla fine devono trovare un intreccio con la vita reale e associativa ‘per vivere meglio l’umanità e la fraternità’. Agostino Picicco, ‘Vita da social. Comunicazione e relazioni al tempo di internet’, Ed Insieme, Terlizzi (Ba), pp. 85, € 7,00. Presentazione alla Società Umanitaria, via Francesco Daverio 7, Milano. Info: Associazione Regionale Pugliesi – Via Pietro Calvi 29,  20129 Milano – Tel. e fax.  02 70005981 – Info: arpugliesi@tiscali.it, http://www.arpugliesi.com, cell. 335 8018701.

San Giuliano Milanese, 07/02/2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...