Giovani in piazza a Trepuzzi (Le) per la salute, l’ambiente e gli ulivi, sabato 5 novembre

Trepuzzi, paradisi di Olivi millenari sanissimi da salvare dalla folia biocida e avvelenante. ph di Marcella Invidiadi Paolo Rausa
‘Fermare l’eradicazione degli ulivi e impedire il trattamento con i pesticidi e veleni di vario genere! Gli olivi, come tutti gli esseri viventi, se affetti da malattie si curano come ci ha insegnato a fare la saggezza contadina. La Natura si asseconda e non si tortura! E inoltre quest’anno accanto agli abeti gli  Ulivi di Natale, a simboleggiare la ri/nascita, con poesie e nastri verdi da parte dei più piccini! Insomma una giornata storica per Trepuzzi: Sabato 5 dicembre, a partire dalle 9,30!’ – scandisce Marcella Invidia, rappresentante del Comitato promotore. I cittadini di Trepuzzi e gli alunni sono invitati a partecipare ad una serie di manifestazioni per lanciare un messaggio forte di pace, con gli uomini e con la natura, minacciata dalla ‘folle, illogica distruzione dell’ambiente’ a favore della  salubrità del territorio, della sua salvaguardia, della biodiversità e della tutela degli ulivi, testimoni della nostra storia, cultura e identità. Una vera e propria ‘Marcia Verde per gli Ulivi’, organizzata e promossa dal Comitato per la difesa degli Ulivi di Trepuzzi e sottoscritta dalla Direzione Scolastica degli Istituto Comprensivi Polo 1 e 2. Partenza da viale Europa, in prossimità della Scuola Secondaria ‘O. Parlangeli’, da qui sfilerà per le strade della città con cartelloni e disegniLocandina evento, TREPUZZI i giovani in piazza per salvare Ulivi e Buonsenso fino a largo Margherita, dove si annoderanno messaggi come dei mantra su nastri verdi ai ramoscelli di ulivo con lettura di poesie, esecuzioni di brani musicali e altro. Una manifestazione che assume il significato di tutelare gli ulivi, sottoposti ultimamente ai folli piani di eradicazione come risposta al cosiddetto ‘complesso del disseccamento rapido’. ‘Ulivo di Natale’ dunque, per assicurare la salvezza di ogni albero e la continuità nella piantumazione delle più antiche cultivar d’olivo, tipiche del Salento o adattatesi nel corso dei secoli, che rappresentano un unicum paesaggistico e una tipicità di sapori e di identità, storica, naturalistica, economica e culturale! I giovani in piazza allora per salvare ulivi e buonsenso, come la buona scienza che si adopera per salvare e non per sopprimere la vita degli esseri viventi, animali e vegetali che siano, preservando e non avvelenando l’ecosistema! Info Comitato Promotore: marcella.invidia@gmail.com, tel. 345 1303858.

Poggiardo, 4 dicembre 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...