L’amore secondo Goldoni al Teatro-Oratorio di San Donato, Sabato 28 novembre. I4senza in ‘Amori e baruffe… ma solo per beneficienza’

FB_IMG_1447183213510di Paolo Rausa
I4senza? Rivolgo divertito la domanda ad una delle tre protagoniste femminili di questo teatro goldoniano che ha sempre al centro la smania, l’amore ricercato e mai, mai completamente assunto e posseduto. Luisa, che continua ormai da anni a rappresentare con successo spettacoli teatrali in vari gruppi, mi guarda e mi suggerisce dal titolo la nuova esperienza che condivide con Stefano, Valeria e Marilù: ‘Senza! Senza regia, o meglio la regia siamo noi quattro. Siamo noi a concepire il testo e a decidere come rappresentarlo’. Una nuova esperienza che ricorda i ‘6 personaggi in cerca d’autore’ di Pirandello che si affannano desolati sulla scena alla ricerca di una guida. Qui al contrario è rappresentata la gaiezza del Golgoni, che riflette sui casi della vita e sugli espedienti per arrivare a conquistare il cuore della donna o dell’uomo di cui ci si innamora e che per uno strano scherzo del destino è volto a contemplare altri visi, altre parvenze. ‘Che Goldoni ci perdoni e ci assista!’ prorompe Stefano, altro magnifico battitore di scene teatrali. ‘Abbiamo iniziato le prove in primavera. – aggiunge Valeria – La selezione e l’adattamento dei brani li ha fatti Stefano. La cornice scenica nasce dalla improvvisazione. La regia – conferma – l’abbiamo fatta tutti insieme. La scenografia sarà spoglia: rappresenta il palco e il retropalco di un teatro. I costumi sono fedeli e filologici, sono della sartoria teatrale ‘Streghe & Fate’ di Cinisello. Alcuni sono stati indossati in film famosi, come l’ultimo di Bellocchio. Io interpreto Giacinta (Le smanie per la villeggiatura) e Rosaura (Gli innamorati), Luisa è Mirandolina (La locandiera). No scusa, Rosaura è tratto da ‘Le donne curiose’, Luisa è Beatrice, Marilù Eleonora e fa anche Flaminia. Stefano fa tutti gli uomini e naturalmente Goldoni’. ‘Intrigante!’ – mi viene da risponderle. ‘Lo spettacolo è composto da spezzoniI4senza, Compagnia teatrale delle opere di Goldoni. – aggiunge Luisa – Il tema è sia l’amore, vissuto nelle sue sfumature che sono in fondo universali, che la propensione dell’animo femminile nei confronti dell’amore, rappresentato da un autore che ne ha saputo cogliere gli aspetti più profondi, rendendoli divertenti.’ ‘Dici Goldoni e subito una schiera di personaggi irresistibili e chiassosi invade l’immaginazione. Ma perché scegliere, ci siamo chiesti, se si possono avere Mirandolina, Giacinta, Eugenia, Florindo, Fulgenzio e il Cavaliere tutti insieme, sullo stesso palco, per una serata divertente e, per di più, a scopo benefico? – Stefano riassume così il senso dello spettacolo e annuncia le sue finalità sociali. Sabato 28 novembre alle ore 21, la Compagnia I4senza e l’Assia (Associazione per lo Sviluppo e la Salvaguardia degli   Interessi degli h-Andicappati) vi aspettano al Teatro-Oratorio di San Donato Milanese, in Piazza della Pieve, per una serata dedicata al più classico degli autori teatrali: Carlo Goldoni’. Ingresso ad offerta libera.

San Giuliano Milanese, 26/11/2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...