Lo spettacolo teatrale ‘Pòppiti’ dal romanzo di Giorgio Cretì a Ortelle (Le) il 1° giugno 2014

Locandina_1 giugno_Ortelle_L’anteprima dello spettacolo teatrale Pòppiti si è svolta al Faro della Palascìa il 1° gennaio 2014 alle 4 del mattino, nell’ambito della manifestazione l’Alba dei Popoli organizzata dal Comune di Otranto. La sua rappresentazione completa avverrà invece alle 20,30 del 1° giugno in piazza a Ortelle (Le), paese natale dell’autore Giorgio Cretì (1933-2013) e luogo in cui si svolgono le vicende narrate nel suo romanzo omonimo, da cui la scrittrice Raffaella Verdesca ha tratto il testo teatrale. Se ne occuperà la Compagnia Teatrale ‘Ora in Scena’, la regia dello spettacolo è di Paolo Rausa, il montaggio e l’assistenza alla regia di Ornella Bongiorni. Si tratta di una storia d’amore e di passione vissuta nel Salento rurale. La vicenda si svolge a Capriglia, una masseria nell’immediato entroterra fra Santa Cesarea Terme e Vignacastrisi, e ha per protagonisti il mondo rurale salentino con le sue fatiche e le sue passioni, il paesaggio naturale, i prati, le erbe e le malerbe, presenze animate che colorano la vita dei nostri ‘pòppiti’ (cosiddetti da una contrazione dell’espressione latina post oppidum, che ha il significato di oltre la città, ovvero in campagna, quindi pòppiti sta per campagnoli, villani). Sullo sfondo incombe la guerra di Libia, è il 1911. Nel minuscolo universo della masseria si intreccia la storia d’amore di Ia e di Pasquale, che l’ha ingravidata e perciò decide di portarla via, in fuga. Pasquale è poi richiamato in guerra, Ia resta col bimbo da svezzare. Al suo ritorno Pasquale trova la situazione che meno si sarebbe aspettato. Un dramma che spinge ancora una volta alla fuga con la moglie e il figlio, per iniziare una nuova vita dove può coltivare un’altra terra, lontana, quella che “con il sangue abbiamo conquistato in Libia”.
I dialoghi sono accompagnati dalle canzoni tradizionali suonate e cantate da P40 e Lucia Minutello e dalle immagini degli ambienti rurali salentini di Antonio Chiarello e Carlo Casciaro. La coreografia è di Kalimba Studio Dance. I personaggi sono: Ia e Pasquale (Florinda Caroppo e Michele Bovino), Massaro Rosario (Antonio Rizzo), Rocco (Fernando Circhetta), Dorotea (Maria Orsi), Cirina e Peppino Parmatiu (Norina Stincone e Luigi Cazzato).

13 aprile 2014

A cura di Paolo Rausa, regista

paolo.rausa@gmail.com
334 3774168
http://www.italia-express.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...